Seguici anche sui nostri social

Richiedi preventivo
X

Richiedi preventivo

Viaggiaconcarlo Adventures & Expeditions si impegna a rispettare il decreto legislativo 30 giugno 2003 in materia di protezione dei dati personali. Ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo 196/2003 i dati forniti verranno usati nel rispetto dei principi di correttezza, liceità, trasparenza e tutela della tua riservatezza e dei tuoi diritti. Per richiedere la cancellazione dei tuoi dati puoi cliccare su "Unsubscribe from this list" o scrivere a [email protected]

Altro in questa categoria:

1 Agosto - Pakistan: All ricerca del Nanga Parbat con Sonia Sgarella

Questo programma ci consente di scoprire le regioni del Nord Pakistan nelle sue diverse caratteristiche. Entreremo in contatto con la cultura delle popolazioni locali e con il loro stile di vita semplice ed autentico. Questo viaggio offre la possibilità di visitare città con tribù diverse, luoghi naturali meravigliosi dove l'Himalaya, il Karakorum e la catena Hindu-Kush si incontrano. Viaggiare attraverso il Pakistan è un'esperienza unica che ti affascinerà. Che si tratti di trekking o di viaggiare in città e sull'autostrada del Karakorum, rimarremo ammaliati dai paesaggi di questo luogo: montagne innevate che si innalzano da profonde vallate e lussureggianti prati alpini tappezzati di fiori colorati e fiori di mela abbaglianti. Il momento clou di questo viaggio oltre il trekking al campo base di Nanga Parbat, è quando esploreremo le valli di Kalash e Hunza Valley.

Durata

13 giorni

Livello

Bassa

Altitudine massima

4.170 metri

Informazione Generali

  • DURATA: 13 giorni (3 GIORNI DI TREKKING)
  • DIFFICOLTÀ: Bassa
  • ALTEZZA MASSIMA: 4.170 metri
  • ATTIVITÀ: Tour culturale
  • ORE DI CAMMINATA: 4 - 6
  • SISTEMAZIONI: Hotel, Rifugio e tende
  • STAGIONE IDEALE: Da giugno a metà settembre

Itinerario

01 AGOSTO - GIORNO 1 - ITALIA - ISLAMABAD

Partenza dall’Italia con il volo internazionale. Pernottamento al bordo.

02 AGOSTO - GIORNO 2 - ISLAMABAD – SWAT VALLEY

Arrivo all´aeroporto di Islamabad al mattino presto, incontro con la nostra guida, trasferimento in hotel, bagno, colazione, un piccol riposo prima della partenza. Tazza di caffè o tè all´aeroporto o in città e si parte per il viaggio a Swat Valley da Islamabad in auto 4-5 ore. Guida in autostrada, visita in rotta a Takhat-e-bhai, il monastero di Buddha, che è la rovina più imponente e completa del suo genere in Pakistan. Il monastero e gli stupa furono fondati nel I secolo d.C. e abbandonati nel VI o VII secolo. Sopra il monastero a sud e sugli speroni a est e ovest si trovano le rovine di case private con storie molto particolari. Swat, una terra carica di frutteti, pendii fioriti, fiumi tortuosi, ruscelli rumorosi e circondati dalle possenti catene dell´Hindu-Kush e del Karakorum. La Swat Valley è una delle aree montuose più fertili e facilmente accessibili nel nord del Pakistan. L´attrazione principale è la sua bellezza paesaggistica e il clima piacevole in estate. Inoltre, l´area è ricca di siti storici risalenti al periodo buddista Gandhara e precedenti. La valle si trova a circa 991 metri sopra il livello del mare. Saidu Sharif e Mingora sono le città. Pernottamento in hotel a Swat.

03 AGOSTO - GIORNO 3 - SWAT - KALASH BUMBURET

Partiremo in auto da Swat e staremo in viaggio per circa 7-9 ore fino a raggiungere Kalash Bumburet sempre nella valle di kalash. Pernottamento in hotel a Bomburet. Dopo aver fatto colazione procediamo verso Kalash Valley attraverso il tunnel Dir, lungo la strada facciamo diverse fermate nei punti interessanti das visitare. La valle di Bomburet –Kalash è situata a 1670-2310 metri e 32-36 km a sud di Chitral. Kalash è composto da tre piccoli villaggi, Bumburet, Rambur e Birir situati nell´Hindu-Kush tra il confine con l´Afghanistan e la Chitral Valley e accessibili da una strada capace di jeep. Le persone di Kalash che contano circa 3000 sono un gruppo più piccolo tra le minoranze religiose del Pakistan. Hanno una religione, una cultura specifiche e questo è unico al mondo. A differenza delle altre minoranze, vivono esclusivamente in una particolare area geografica. Vivono in piccoli villaggi costruiti sui pendii vicino alle rive dei ruscelli, le loro case sono costruite con tronchi grezzi e sono a due piani a causa della severità dei pendii. L´origine del popolo Kalash è controversa. La leggenda narra che i soldati delle legioni del conquistatore macedone, Alessandro, si stabilirono a Chitral. Bumburet è la valle più grande e pittoresca di Kafir Kalash, che dista 36 Km da Chitral. Pernottamento in hotel a Bomburet.

04 AGOSTO - GIORNO 4 - KALASH BUMBURET – CHITRAL

In mattinata visita al Museo, alle case locali e famiglie locali, per fare esperienza del loro stile di vita. Poi ci rimettiamo in auto fino alla valle di Rumbure in Kalash. Dopo di che raggiungiamo Chitral a 2 ore di viaggio da Rumbure, via Ayun, la città principale di Chitral, è il quartier generale del distretto e il più grande centro urbano di Chitral. Vanta un bazar principale vivace, colorato e suggestivo, con il maestoso splendore di Tirich Mir che domina l´orizzonte a nord. La città funge da base per numerose spedizioni di trekking e arrampicata e la sua aria pura di montagna attira molti che desiderano sentire il contatto con la natura. Storicamente, ha guadagnato la sua importanza dal commercio che è passato di qui sulla sua strada tra Afghanistan e Cina. Alcuni rifugiati afgani si stanno stabilendo qui ora. A Chitral visiteremo Moschea e Bazaar, pernottamento in hotel.

05 AGOSTO - GIORNO 5 - CHITRAL -PHANDER (VIA MASTUJE SHANDUR PASS 8-10 ORE DI VIAGGIO)

Ci mettiamo in viaggio per Mastuji 3-4 ore, la strada è in costante miglioramento. L´ambientazione è particolarmente bella con i villaggi sparsi in una grande valle alluvionale. I corsi d´acqua e il canale di irrigazione attraversano i campi di grano e orzo fiancheggiati da alberi popolari mentre nel villaggio gli alberi di albicocche sono sparsi dappertutto, visita della città, se possibile visita all´organizzazione femminile del villaggio, pensione per la notte o hotel PTDC.

Raggiungiamo in auto Phunder attraverso il passo di Shandur 3800 metri, circa 7-8 ore di viaggio. Ci dirigiamo a sud lungo la riva orientale del fiume Laspur, passando attraverso il Villaggio di Harchin. Shandur Pass ha il campo da polo più alto del mondo e il torneo annuale di polo si svolge normalmente tra Chitral e Gilgit nella prima o nella seconda settimana di luglio. Phunder, si trova a 2800 m, la vista verso il profondo lago blu è magnifica, con il fiume Ghizer che si snoda attraverso la pianura alluvionale verde e leggermente coltivata che supporta l´insediamento di Phunder. Il lago è ben fornito di pesce trota. È possibile pescare in questo torrente. Pernottamento in hotel.

06 AGOSTO - GIORNO 6 - KARIMABAD – HUNZA – GILGIT

Continuiamo per Karimabad, fino a Gilgit 7-8 ore in auto e visitiamo Kargh Buddha. Poi riprendiamo Hunza-Karimabad. Ci sveglieremo presto, prima arriveremo in auto a Gilit, entrando dalla valle che ci fornirà l´accesso alle affascinanti valli laterali di Yasin e Ishkoman e alla splendida vista su Gahkuch e sulle valli puniali. Gilgit, era una città della Via della Seta, la maggior parte delle roulotte in direzione sud da Kashgar arrivarono qui. I monaci buddisti cinesi che ritornavano dai pellegrinaggi in India nel V secolo trovarono il buddismo ampiamente praticato. L´induismo iniziò a filtrare a nord dell´India nell´ottavo secolo e probabilmente raggiunse Gilgit nel decimo con la sciabola di una forza di Shin che invadeva dall´Indo inferiore. La lingua Shin, è ancora il volgare Gilgit. Visita al Bazaar di Gilgit e anche al Kargah Buddha, scolpito su una parete rocciosa, che risale al VII secolo, in stile tibetano. Dopo aver cenato a Gilgit, proseguiamo per Karimabad-Hunza (2-3 ore), sulla strada per Hunza (99 km) la strada sale gradualmente circa ogni 10 km di differenza di 100 m. Godremo di una vista spettacolare sul Monte Rakaposhi a 7788 m con molti abitanti e villaggi intorno ai suoi piedi, con la sua corona innevata che cambia colore con la luce. Il percorso è ricco di campi terrazzati, in particolare di albicocche, meli e noci al massimo spettacolari sia in fiore che in autunno. Ci fermeremo poi anche nel luogo in cui i continenti si sono scontrati. La collisione continentale tra indo-Pak e la placca eurasiatica situata al Chalt. Il continente indo-pakistano subdotto sotto la messa eurasiatica circa 60-70 milioni di anni fa. A causa di questa collisione continentale, si formarono le gamme del Karakuram e dell´Himalaya che sono le più giovani e le più alte del mondo. Arrivo a Karimabad (2500 m) la capitale di Hunza è l´unica città al mondo, dove è possibile vedere cinque cime sopra i 7000 m in tutte e quattro le direzioni. Il monte Rakaposhi 7788 m, Diran 7256 m, Golden Peak 7027 m, Ultar-I 7388 me Ultar-II 7310 m con la principessa Bobulimuting raggiunge lo skyline di Hunza. A Karimabad, esplorerai la valle di Hunza e la vicina, vedrai la vita quotidiana delle persone che lavorano duramente. Visita al forte di Baltit, è l´antico palazzo di Mirs (Righelli) di Hunza fino al 1960, che è stato recentemente restaurato da Aga Khan Trust for Culture. Passeggiata e giro turistico intorno a Karimabad, visita al Bazaar, passeggiata al villaggio di Altit e visita anche il forte Altit di 900 anni costruito dal popolo di Baltistan. Quando la regina del Balistan fu sposata con il principe di Hunza, come presentazione costruirono questo forte, che si trova sulla scogliera del Rubino.

07 AGOSTO - GIORNO 7 - GILGIT – HOPER – DUIKAR

Ci mettiamo in viaggio per raggiungere Hoper, nella valle Nagar di fronte a Karimabad due ore circa di viaggio in auto, arrivati faremo un tour per la città di Duikar (circa 1 ora), poi torneremo a Karimabad dove visiteremo i forti, altit fort risalente a 900 anni fa, costruito dal popolo di Baltistan. Quando la regina di Baltistan fu sposata con il principe di Hunza, come presentazione costruirono questo forte, che si trova sulla scogliera della roccia di Ruby Marble. Dopo Altit Fort in auto 30 minuti a Duikar 3000M, il punto più alto della valle, offre una vista maestosa sul Karakorum centrale e sulla valle di Hunza-Nagar, da qui i panorami del tramonto e del sole non sono dimenticabili da qui, Pernottamento in hotel a Duikar.

08 AGOSTO - GIORNO 8 - DUIKAR – PASSU – KARIMABAD

Partenza per Passu, visita della miniera di rubini, alla scultura di roccia, Museo Gulmit, Carpet House, Ponte sospeso di Passu, ritorno a Karimabad per la notte. Da Duikar proseguiamo fino all´autostrada Karakorum, quindi proseguiamo per Passu, 45 km, 1 ora in auto ma lungo il percorso ci fermiamo a visitare le rocce segrete (sculture di roccia) a Doyndas con iscrizioni e disegni precoci, tra cui scene di caccia dello stambecco dai primi commercianti sul Via della seta. Le sculture ricordano l´eterna tradizione locale della cerimonia della caccia allo stambecco. Visiteremo il villaggio di Gulmit la vecchia capitale dell´Alta Hunza-Gojal. C´è un museo culturale locale con una collezione unica di storia di Hunza, strumenti musicali, mappe, gemme e che vale la pena visitare, anche la casa dei tappeti di Gulmit.

Passeggiare per il villaggio è una grande esperienza, ci fa sentire parte della popolazione locale. Dopodichè possiamo visitare il ponte sospeso di Hussani lungo la strada, e ripartire fino al Lago Di Borith, a circa 1,5 km dall´autostrada Karakorum, strada di collegamento dal villaggio di Hussani. Da qui si può godere la vista degli uccelli migratori che arrivano fino alla Siberia. Questo è anche il punto di partenza di alcuni trekking. In fine arriveremo al villaggio di Passu, tra i ghiacciai Passu e Batura lungo la sponda destra del fiume Hunza, è il centro del vero trekking a Gojal. Questo villaggio è famoso per fare trekking sul ghiacciaio Passu e sul ghiacciaio Batura, che è il 4 ° ghiacciaio più grande del mondo, qui il 95% delle persone è coinvolto nel turismo direttamente e indirettamente. Qui si trova il famoso ponte sospeso sul fiume Hunza che dista 30 minuti a piedi, alla fine del villaggio si trova il picco Tupoqdan che ispira per la sua struttura unica. Pernottamento in hotel a Pass.

9 AGOSTO - GIORNO 9 - KARIMABAD – RAIKOT BRIDGE- FAIRY MEADOW

Partenza da Karimabad-Hunza al mattino presto verso il ponte di Rakiot, di nuovo sull´autostrada del Karakorum 4-5 ore di auto. Ci fermeremo al punto di vista di Nanga Parbat e alla punta in cui si incontrano tre poderose catene montuose, il Karakorum, l´Himalaya e l´Hindu-Kush. Al ponte di Raikot ci trasferimento su delle jeep locali (4 x4 jeep) verso Tato o Jehal (26650 M), dove termina la strada. Il trekking inizierà con una facile camminata, con alcuni dislivelli ma il percorso è abbastanza semplice, si possono prendere i cavalli. Si tratta di circa 5,5 km da Fairy Meadow con 640 m di dislivello a 3300 m di altitudine, molto facile da percorrere. Pernottamento a Fairy Meadow (3300 M) in rifugio.

10 AGOSTO - GIORNO 10 - FAIRY MEADOW – NANGA PARBAT – FAIRY MEADOW/ BEYAL

Trekking al campo base di Nanga Parbat e ritorno al Fairy Meadow (6-7) ore o Beyal. Alle prime ore del mattino inizia il trekking al campo base di Nanga Parbat (3960 m), che si trova tra i ghiacciai di Raikot e Ganalo , appena a sud della loro confluenza. All´inizio trek a Beyal da Fairy Meadow che sarebbe di un´ora e mezza, 5 km con 190 salite con una facile passeggiata nella foresta. Da Beyal proseguiamo fino al punto di vista 3660 metri che dista 30 minuti a piedi da Beyal. C´è una vista del sud-est che comprende quattro grandi cascate di ghiaccio provenienti da Chongra Peaks che vanno da 6448 M a 6830M e Raikot Peak 7070M e la parete nord di Nanga Parbat. A nord ci sono viste impressionanti sul fiume Indo e lontano a nord-est è 7000m gamma Rakaposhi e Haramosh. Quindi il sentiero conduce al campo base che dista circa 3 ore di cammino da Beyal, a 3960 m di altitudine e qui vicino il monumento di Drexel agli scalatori tedeschi uccisi su Nanga Parbat e ritorno lungo lo stesso percorso a Beyal o Fairy Meadow 2-3 ore di trekking. Pernottamento a Fairy Meadow (3300 M) in rifugio.

11 AGOSTO - GIORNO 11 - FAIRY MEADOW - BEYAL – CHILAS

Oggi trekking di circa due ore fino a Tato. Una volta arrivati con una jeep locale raggiungeremo Raikot Bridge e da li viaggeremo fino a Chilas. Pernottamento in Hotel.

12 AGOSTO - GIORNO 12 - CHILAS - ISLAMABAD

Partiamo da Chilas per Islamabad, in auto dalle 09 alle 10 ore, via Babu Sar 4170 metri , aperto solo d´estate (da fine giugno a ottobre). Babusar Pass è un passo di montagna a nord dei 150 km. (93 miglia) di lunghezza Kaghan Valley che la collega attraverso il Thak Nala con Chilas sull´autostrada Karakoram (KKH). È il punto più alto della valle di Naran-Kaghan, facilmente accessibile in auto. Babusar Pass collega Gilgit Baltistan con la provincia di Khyber Pakhtunkhwa in Pakistan. Ci fermeremo sul passo, poi scendendo ci fermeremo al lago Lulusar, bellissimo lago tra le montagne, per arrivare a Naran. NARAN è una città nella valle di Kaghan, nel distretto di Mansehra, nella provincia pakistana di Khyber Pakhtunkhwa. Si trova a 119 chilometri dalla città di Mansehra ad un´altitudine di 2.409 metri. Naran è una famosa destinazione estiva. Lungo il tragitto visiteremo TXILA a circa 35 km a nord-ovest di Rawalpindi, uno dei tesori archeologici più importanti del sub-continente, con i resti di tre grandi città e dozzine di monasteri buddisti che vanno dal 600 a.C. al 600 d.C. Situato nel punto d´incontro delle rotte commerciali che collegano Cina, India, Asia centrale e ovest, fu incorporato in molti imperi e divenne il crocevia della cultura del mondo antico. Alessandro Magno arrivò nel 326 a.C. e intrattenne discussioni filosofiche con gli intellettuali residenti Oggi Taxila è il paradiso degli archeologi e qui c´è un museo ben tenuto e otto monumenti sparsi in un raggio molto breve. Tra le migliori conserve ci sono Jualian, Dharmarajika, Jandial e Skirkap. Proseguimento per ISLAMABAD, la capitale del Pakistan, situata sullo sfondo delle colline di Margalla sul bordo nord di Potohar. Li visiteremo la Moschea Shah Faisal (progettata dall´architetto turco Vedat Dalokay e finanziata in gran parte con donazioni dall´Arabia Saudita, la più grande moschea del mondo), Daman-e-Kok (questo la bassa collina che domina Islamabad conosciuta come Daman-e-Koh, offre una vista panoramica di Islamabad), Lok Virsa (Istituto nazionale di folklore e patrimonio tradizionale. Si potrà visitare Rawalpindi, il vecchio bazar chiamato Raja Bazaar, tutto dipende dal tempo disponibile. Pernottamento in hotel a Islamabad.

13 AGOSTO - GIORNO 13 - RIENTRO IN ITALIA

Trasferimento in aeroporto 3 ore prima della partenza.

FINE DEI SERVIZI

Richiedi preventivo
X

Richiedi preventivo

Viaggiaconcarlo Adventures & Expeditions si impegna a rispettare il decreto legislativo 30 giugno 2003 in materia di protezione dei dati personali. Ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo 196/2003 i dati forniti verranno usati nel rispetto dei principi di correttezza, liceità, trasparenza e tutela della tua riservatezza e dei tuoi diritti. Per richiedere la cancellazione dei tuoi dati puoi cliccare su "Unsubscribe from this list" o scrivere a [email protected]

Cerca nel Sito

Immagini

ico galeria

PARTNER E COLLABORATORI

Racconti

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per conoscere tutte le nostre novità!

 

PARTNER TECNICI

logo ferrino

logo sportiva

logo turkish airlines

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Clicca Qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Chiudi