ViaggiaConCarlo

ViaggiaConCarlo

Lunedì, 12 Settembre 2022 15:30

Guatemala, El Mirador Trek

Venerdì, 24 Giugno 2022 09:26

Sudafrica Safari e Trekking

Lunedì, 06 Aprile 2020 16:12

Cambogia

Giovedì, 27 Febbraio 2020 19:07

Trekking tra le tribu' del nord

Giovedì, 13 Febbraio 2020 15:57

Kilimanjaro Machame Route

Kilimanjaro: il nome in sé è un mistero avvolto dalle nubi. Qualsiasi nome abbia, è una metafora per la straordinaria bellezza dell’Africa orientale: non solo questo è il più alto picco sul continente africano, ma è anche la montagna solitaria più alta nel mondo, che si eleva in un isolamento mozzafiato dal territorio circostante – altezza intorno ai 900 metri – fino a un’incredibile quota di 5.895 metri. Ma al Kilimanjaro c’è tanto di più che la sua sommità: l’ascesa dei pendii del vulcano è un giro virtuale del clima del mondo, dai tropici fino all’Artide. La Machame Route, conosciuta anche come la Wiskhey Route, è quella che noi preferiamo, vista la maggiore possibilità di acclimatamento all’alta quota, e al tipo di trekking con campi tendati, sempre molto allettante per chi ama l’escursionismo più selvaggio.

Venerdì, 29 Novembre 2019 14:17

Sud India da Madras a Bangalore

Benvenuti in India…
Dalle cime innevate e valli incantate dell’Himalaya ai deserti e agli haveli storici del Rajasthan, alle Terme Ayurvediche scaccia stress, le spiagge dorate, gli sport di ogni genere e parchi di divertimento, l'India si mostra nei suoi mille incredibili volti.
È una destinazione che offre un’ampia possibilità di scelta che include cultura, storia, spiritualità, relax, salute, avventura e i grandi bazar indiani dove si possono fare ottimi affari e trovare prodotti d'ogni tipo. Chi visita l'India, porterà via con sé al ritorno un pezzo sia della misticità che della modernità di questo Paese e avrà in valigia non solo degli oggetti di artigianato ma anche un nuovo arricchimento culturale di cui parlare. L'India continua ad attrarre con il suo fascino ancora oggi come ha fatto per secoli richiamando personaggi come Hieum Tsang, Vasco da Gama e Alberuni e poi Onassis, Clinton, Ford e le star di Hollywood come Richard Gere e Kate Winslet. Visitare l’India è nei desideri sia del viaggiatore che ricerca il lusso sia di quello che ha un budget limitato. Si potrebbe desiderare di più?
Il nostro desiderio è quello di farvi vivere un’esperienza dalla quale ritornerete ritemprati nel fisico e nella mente ed arricchiti culturalmente.

A bordo di un treno extralusso, pedalando tra i sentieri di montagna, in crociera su un antico veliero oppure abbracciati sotto le coperte in un igloo. Quando si tratta di honeymoon la fantasia non ha limiti. Lo sanno bene tour operator e agenzie di viaggi, che ogni giorno cercano di soddisfare anche gli sposini più esigenti.

Per gli avventurieri, stile Indiana Jones, la proposta è il safari in Botswana, nell’Africa meridionale. Nella savana, sul delta dell’Okavango, è facile incontrare giraffe, elefanti, zebre e gnu, e osservarli dall’alto, in totale sicurezza, grazie agli Sky Beds, piattaforme di legno di tre piani, con bagno privato e piumino d’oca sotto il quale rannicchiarsi la sera guardando il cielo stellato. 

Chi cerca una esperienza lontano dal caos può prenotare una fuga romantica in Finlandia, a caccia dell’aurora boreale in Lapponia, alloggiando in igloo di vetro totalmente immersi nella neve. Per una luna di miele versione antico Giappone, la meta suggerita è la valle di Iya, nella prefettura di Tokushima, a due ore e mezzo di viaggio da Osaka. Qui tra ponti di liane e pareti di montagna, in un angolo remoto dell’area, c’è il rifugio Chiiori, una fattoria del ‘700 con il tetto in paglia, riportata all’antico splendore. La struttura ha pavimenti di pino rosso e gli shoji, porte scorrevoli in carta di riso, ma anche aria condizionata e asciugami di puro lino. 

A 35 chilometri da Marrakech, in Marocco, si trova invece il piccolo deserto roccioso di Agafay, un luogo magico e incredibile: qui i promessi sposi possono pronunciare il fatidico sì circondati da dune di sabbia e festeggiare sotto le tende berbere, tra lanterne marocchine e danzatrici del ventre.

Per celebrare il loro giorno speciale, le coppie spesso scelgono una luna di miele on the road. C’è chi preferisce salire a bordo di un’auto decappottabile lungo la Route 66, chi in sella a una bici tra le cascate e i vulcani dell’Islanda o seguendo il cammino di Santiago di Campostela o chi ancora non vede l’ora di sorseggiare il tè in un comodo vagone della Transiberiana. 

Un percorso incredibile, quest’ultimo, che da Mosca conduce a Irkutsk, in Siberia, e anche oltre fino a Pechino, accompagnando gli sposi in un itinerario leggendario tra le città degli zar, steppe, laghi e paesaggi mozzafiato. 

Gettonate anche le crociere, meglio se su un antico veliero. Come quelli della compagnia Star Clippers che, per i neosposi, propone tappe da sogno in Indonesia, tra Bali e l’isola di Satonda, e offre un pacchetto ad hoc che comprende bottiglia di champagne in camera e cerimonia di benedizione celebrata dal capitano.

IN PARACADUTE O SUL KILIMANGIARO. Le coppie più intrepide possono lanciarsi con il paracadute a Moorea o Bora Bora, sposarsi sott’acqua nella barriera corallina alle Maldive o fare trekking sul Kilimangiaro, come propone il t.o. ViaggiaconCarlo.  

CIAK, SI GIRA PER INNAMORATI. In viaggio di nozze poi la passione trionfa. Basta scegliere il tema. I cinefili possono optare per un percorso sui luoghi cult dei loro film o serie tv preferite: dall’isola di Matamata nel nord della Nuova Zelanda, dove sono state ambientate le trilogie del “Signore degli anelli” e di “Lo Hobbit”, ai vari set di “Game of Thrones” in Irlanda, Spagna e Croazia. 

 

Viaggiaconcarlo rafforza le proposte per una clientela alla ricerca di un operatore cui affidarsi per l’organizzazione di spedizioni e trekking ad alto contenuto tecnico e sportivo. Viaggiaconcarlo, tour operator ligure fondato e gestito da Carlo Mamberto e Claudia Maistrello, è da sempre una realtà altamente specializzata in trekking e viaggi avventura in Nepal, Tibet e Buthan, aree in cui ricopre anche il ruolo di dmc. L’operatore oggi, dopo anni di esperienza, è in grado di proporre alla sua clientela itinerari e spedizioni alpinistiche nelle regioni più remote dell’Asia, come il Pakistan, la Mongolia e la Kamchatka, e in alcune aree del Sud America e dell’Africa, che vanno ad unirsi a proposte più leisure di trekking, traversate e viaggi in barca a vela in Europa e in Italia. La scelta di avvalersi di guide alpine Uiagm e di alpinisti di fama internazionale – fra i quali figurano nomi importanti come Confortola, Clavel e Cominetti – quali accompagnatori dei viaggi più complessi, consente a Viaggiaconcarlo di offrire ai viaggiatori un servizio di altissimo livello, in cui la sicurezza riveste un ruolo di primaria importanza. L’alpinismo e i trekking ad alto coefficiente di difficoltà tecnica richiedono infatti non solo una preparazione atletica specifica, ma anche la capacità di valutare, in condizioni difficili, la scelta migliore da fare in un determinato contesto. «Sono molto orgoglioso della riuscita di questa impresa: è rarissimo che un intero gruppo riesca a centrare l’obiettivo di arrivare compatto in cima ad una montagna come l’Aconcagua – racconta con soddisfazione Carlo Mamberto, titolare di Viaggiaconcarlo -. Abbiamo avuto la fortuna di essere aiutati da condizioni meteo molto favorevoli, ma sicuramente il peso maggiore per la buona riuscita della spedizione ce l’hanno una corretta preparazione e il fondamentale supporto di una guida esperta e competente, in grado di valutare la soluzione migliore istante per istante».

Giovedì, 30 Maggio 2019 17:39

Sposi tra savana e igloo

IDEE DI VIAGGIO Honeymoon trend dal Botswana fino alla Lapponia: tour di nicchia per coppie anticonformiste
- SERENA MARTUCCI

A bordo di un treno extralusso, pedalando tra i sentieri di mon- tagna, in crociera su un antico veliero oppure abbracciati sotto le coperte in un igloo. Quando si tratta di honeymoon la fantasia non ha limiti. Lo sanno bene tour operator e adv, che ogni giorno cercano di soddisfare anche gli sposini più esigenti.

Per gli avventurieri, stile In- diana Jones, la proposta è il safari in Botswana, nell’Africa meridionale. Nella savana, sul delta dell’Okavango, è facile in- contrare giraffe, elefanti, zebre e gnu, e osservarli dall’alto, in totale sicurezza, grazie agli Sky Beds, piattaforme di legno di tre piani, conbagno privato e piumino d’oca sotto il quale rannicchiarsi la sera guardando il cielo stellato. Chi cerca una esperienza lontano dal caos può prenotare una fuga romantica in Finlandia, a caccia dell’aurora boreale in Lapponia, alloggiando in igloo di vetro to- talmente immersi nella neve. Per una luna di miele versione antico Giappone, la meta suggerita è la valle di Iya, nella prefettura di Tokushima, a due ore e mezzo di viaggio da Osaka. Qui tra ponti di liane e pareti di montagna, in un angolo remoto dell’area, c’è il rifugio Chiiori, una fattoria del ‘700 con iltetto in paglia,riportata all’antico splendore. La struttura ha pavimenti di pino rosso e gli shoji, porte scorrevoli in carta diriso, ma anche aria condizionata e asciugami di puro lino.

A 35 chilometri da Marra- kech, in Marocco, si trova in- vece il piccolo deserto roccioso di Agafay, un luogo magico e in- credibile: qui i promessi sposi possono pronunciare il fatidico sì circondati da dune di sabbia e festeggiare sotto le tende ber- bere, tra lanterne marocchine e danzatrici del ventre. Per celebrare il loro giorno spe- ciale, le coppie spesso scelgono una luna di miele on the road. C’è chi preferisce salire a bordo di un’auto decappottabile lungo la Route 66, chi in sella a una bici tra le cascate e i vulcani dell’Is- landa o seguendo il cammino di Santiago di Campostela o chi an- cora non vede l’ora di sorseggiare il tè in un comodo vagone della Transiberiana.

Un percorso incredibile, que- st’ultimo, che daMosca conduce a Irkutsk, in Siberia, e anche oltre fino a Pechino, accompagnando gli sposiinunitinerarioleggendario tra le città degli zar, steppe, laghi e paesaggi mozzafiato. Gettonate anche le crociere, me- glio se su un antico veliero. Come quelli della compagnia Star Clip- pers che, peri neosposi, propone tappe da sogno in Indonesia, tra Bali e l’isola di Satonda, e offre un pacchetto ad hoc che com- prende bottiglia di champagne in camera e cerimonia di bene- dizione celebrata dal capitano.

Viaggiaconcarlo amplia l’offerta di trekking ad alto profilo tecnico. L’operatore ligure fondato e gestito da Carlo Mamberto e Claudia Maistrello, realtà altamente specializzata in trekking e viaggi avventura in Nepal, Tibet e Buthan, vuole porsi come interlocutore privilegiato per tutti gli appassionati di alpinismo di alto livello.

Lo fa proponendo un ampio ventaglio di itinerari e spedizioni alpinistiche nelle regioni più remote dell’Asia, come il Pakistan, la Mongolia e la Kamchatka, e in alcune aree del sud America e dell’Africa, che vanno ad unirsi a proposte più leisure di trekking, traversate e viaggi in barca a vela in Europa e in Italia.

“Abbiamo l’ambizione di porci come interlocutori privilegiati per tutti gli appassionati di alpinismo di alto livello: siamo infatti in grado di offrire guide di grande esperienza e servizi adeguati – spiega Mamberto -; ci interessa molto anche il segmento dei semplici appassionati di trekking e di montagna: per questa tipologia di viaggiatori, offriamo itinerari che non richiedono particolare esperienza o doti alpinistiche, ma solo un buon allenamento e buone capacità di adattamento”.

Pagina 1 di 11

PARTNER TECNICI

logo ferrino

logo sportiva

logo turkish airlines

PARTNER E COLLABORATORI

Iscrizione Newsletter

La newsletter di Viaggiaconcarlo, per non perder (proprio nulla) dei nostri viaggi!

 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Clicca Qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Chiudi