ViaggiaConCarlo

ViaggiaConCarlo

Martedì, 01 Novembre 2016 16:21

Tibet, la strada dell'amicizia

Un viaggio tra paesaggi indimenticabili, immersi dentro una cultura profonda e antica: è l’emozionante tour attraverso l'altopiano Tibetano, l’altopiano più alto al mondo sovrastato dalle spettacolari montagne della catena himalayana. Passi in alta quota, cultura tibetana, panorami mozzafiato e vette di oltre 8.000 metri ci aspettano in questa avventura e prima di rientrare in Nepal ammireremo il sacro Sagarmatha: da questo incredibile luogo, il Campo Base Everest "North Face", avremo infatti davanti a noi l’Everest, la montagna più alta del mondo (8.848 metri).

Il Nepal è in ripresa grazie anche al supporto di alcune organizzazioni come Finale for Nepal e il t.o. Viaggia con Carlo. «Abbiamo risposto subito alle emergenze più urgenti – spiega il direttivo dell’associazione di volontariato Finale for Nepal – portando cibo e tende nelle zone colpite più remote intorno a Kathmandu e grazie agli amici nepalesi abbiamo potuto rispondere con estrema velocità durante i giorni successivi al terremoto. Ora, però vogliamo concentrarci su progetti a lungo termine. Grazie alla generosità di tutte le persone che hanno donato da aprile, Finale For Nepal è ora pronta a lavorare per dare sostegno a progetti di ricostruzione. Le valutazioni sono ancora in corso ma verosimilmente i fondi verranno destinati alla ricostruzione di due scuole».

Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder presenta due tour alla scoperta di Tibet e Nepal che comprendono la visita di palazzi considerati meraviglie architettoniche mondiali, templi e monasteri ma anche, passi di alta quota da cui ammirare le cime più alte della terra, la valle considerata la culla della civiltà tibetana. Per quanto riguarda l’itinerario che prevede il volo da Kathmandu, sono previsti due giorni in Nepal. «Visiteremo i principali luoghi di interesse storico e culturale della città – spiega Carlo Mamberto, responsabile in Italia per il to – alcuni non hanno subito danni, altri sono già in fase di ricostruzione. Per chi volesse c’è anche la possibilità di estendere la vacanza di tre giorni per provare l’esperienza di un vero e proprio safari nel parco nazionale di Chitwan, sempre in Nepal». L’itinerario che prevede il passaggio da Pechino, propone un viaggio nel viaggio: una visita della capitale cinese per poi raggiungere Lhasa in treno. Le date delle partenze: Tibet via Kathmandu: partenza dall’Italia 8 agosto, 5 settembre e 3 ottobre; Tibet via Pechino: partenza dall’Italia 9 agosto. Per ogni viaggiatore, inoltre, verranno donati 10 euro destinati alle zone più colpite dal terremoto.

Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder, l’operatore che da anni organizza tour e trekking in Nepal, sarà presente fino a mercoldì 17 giugno all’interno dello stand di Alitalia-Ethiad. «Saremo felici di mostrare tutte le nostre destinazioni – spiega Carlo Mamberto, responsabile in Italia del t.o. – e di poter utilizzare un’occasione così importante per rilanciare il turismo in Nepal». L’operatore punta a promuovere un affascinante programma in Nepal di 12 giorni: trekking e cultura da Kathmandu a Pokhara, passando per le città reali di Patan e Bhaktapur. «Visiteremo luoghi d’interesse storico e culturale – aggiunge Mamberto – e il villaggio Newari di Bandipur, pernotteremo in home stay nel villaggio di etnia Gurung Ghale Gaun, e faremo un semplice trekking nella valle di Pokhara, ai piedi dell’Himalaya. L’ultimo giorno, inoltre, visiteremo un progetto sociale nella valle di Kathmandu». Tra gli obiettivi ridare vitalità al turismo aiutando concretamente la popolazione, per questo per ogni persona che viaggerà con l’operatore, verranno donati 20 Euro destinati alla ricostruzione delle zone più colpite dal terremoto.

Ad un mese dal terremoto, tutto lo staff di Viaggia con Carlo, in Italia e in Nepal, vuole guardare avanti e pensare al futuro, per aiutare la nazione a rimettersi in piedi, soprattutto attraverso il turismo. Viaggia con Carlo lavora in Nepal come corrispondente locale dal 2008 e sa quanto il turismo sia una leva fondamentale per il rilancio del Paese. Gli ultimi dati del ministero del turismo nepalese, infatti, parlano di più di 800 mila visitatori l’anno, con una crescita del 9,1% rispetto all’anno precedente. I dati sono del 2012 e da allora in costante crescita. «Il Nepal Tourism Board ha annunciato che da settembre/ottobre 2015 il Paese sarà di nuovo pronto ad accogliere i turisti – spiega Carlo Mamberto, fondatore di Viaggia con Carlo e attuale managing director – e noi siamo pronti a ricominciare i nostri viaggi: sia i trekking in montagna sia le visite culturali, cambiando percorso a seconda della necessità. Grazie ai nostri colleghi nepalesi stiamo tenendo la situazione sotto controllo e siamo pronti a proporre ai nostri clienti diverse offerte per tornare a visitare il pPaese. Questo è il vantaggio di essere un corrispondente locale per il Nepal». Il Nepal Tourism Board invita i turisti a viaggiare in Nepal anche prima dell’autunno, chiedendo ai viaggiatori un po’ di flessibilità ma assicurando i servizi turistici. «Ci uniamo al governo nepalese – continua Mamberto – nell’invitare le persone a tornare a visitare le bellezze del Nepal. Il turismo è la chiave per ricostruire la nazione e per tornare a vedere i volti dei nostri amici nepalesi sorridenti». 

Venerdì, 19 Febbraio 2016 18:11

Viaggia con Carlo, è ancora emergenza in Nepal

L’operatore Viaggia con Carlo a quasi 10 giorni dal terremoto in Nepal continua a sensibilizzare l’opinione pubblica. «Le nostre associazioni, Finale for Nepal e associazione Volontari Senza Frontiere – spiega Carlo Mamberto, responsabile in Italia per il to – continuano la loro raccolta fondi e si stanno muovendo contemporaneamente in due direzioni: inviare già i fondi per comprare ciò che è strettamente necessario alla sopravvivenza delle vittime del terremoto e coordinare gli aiuti per il post-emergenza, quando i riflettori si abbasseranno sul Nepal e ci sarà ancora più bisogno del nostro intervento. In questi giorni i nostri amici e colleghi nepalesi si sono recati in alcuni villaggi per distribuire due tonnellate di riso insieme a sale, lenticchie, patate e acqua, oltre a tende e teli di cellophan per creare rifugi dalla pioggia. Ma questo deve essere solo l’inizio». Viaggia con Carlo punta a riprendere i trekking in Nepal tra agosto e settembre, probabilmente cambiando parte dei programmi, per poi inaugurare la stagione autunnale, perfetta per un viaggio in Nepal. Per chi vuole contribuire: associazione Finale for Nepal, Cassa di Risparmio di Savona Ag. Finalborgo. Iban: IT36D0631049410000004171380. Causale: terremoto in Nepal

Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder, l’operatore che da anni organizza tour e trekking in Nepal, scende in campo a sostegno del paese in parte distrutto dal recente terremoto. L’operatore che ha sede anche a Kathmandu evidenzia in loco una situazione ancora molto pesante. «Purtroppo – spiega Carlo Mamberto, responsabile in Italia del to – le comunicazioni sono interrotte, è quasi impossibile comunicare con il Paese e con i nostri colleghi. Solo Claudia e Silvia, le colleghe italiane e qualche volontario dell’ associazione, avendo cellulari italiani, riescono a comunicare con noi. Posso solo dire che i nostri clienti stanno bene, anche se sono stanchi e spaventati. Claudia e Silvia vanno a trovarli in hotel periodicamente. Abbiamo un gruppetto in Tibet, anche loro stanno bene, ma stanno facendo molta fatica a raggiungere Lhasa per le moltissime frane sulla strada. Speriamo che finisca lo stato di calamità al più presto – conclude Mamberto – i nepalesi sono un popolo povero, ma molto forte ed orgoglioso. Sono convinto che assieme agli aiuti internazionali, riusciranno a rimettere la situazione in piedi e a continuare a vivere di turismo». Viaggia con Carlo ha avviato con l’associazione di volontariato Finale For Nepal una raccolta fondi ed insieme stanno organizzando una task force di volontari per raggiungere il paese nei prossimi giorni. Insieme al comune di Finale Ligure è partita anche una raccolta fondi in aiuto della popolazione nepalese. Chi fosse interessato può far riferimento a: associazione Finale for Nepal, Cassa di Risparmio di Savona – Agenzia di Finalborgo. Iban: IT36D0631049410000004171380. Causale: Terremoto in Nepal

 

 

E’ andato in onda nei giorni scorsi su Rai 3 il documentario Waste Mandala, progetto nato dalla collaborazione tra Viaggia con Carlo, tour operator ligure con sede anche in Nepal e Doc About: la storia inizia nel 2011, quando una guida di montagna, tra le tante in Nepal, convince un gruppo di turisti in visita all’Himalaya ad aiutarlo a raccogliere i rifiuti che 40 anni di turismo di massa e di trascuratezza hanno lasciato stratificare sui sentieri che portano verso le vette più alte del mondo. Da quel giorno raccogliere rifiuti è diventata una vera e propria missione promossa da un gruppo di volontari, i Green Soldiers appunto. Il documentario mostra la missione dei Green Soldiers per il Nepal. Racconta la creazione di un simbolo di cambiamento partendo dai rifiuti del turismo di massa e  mostra come, grazie al lavoro dei Green Soldiers insieme ai monaci buddisti, dalla raccolta dei rifiuti – soprattutto della plastica – verrà creato un grande e colorato Mandala, una forma di arte sacra realizzata dai monaci buddisti tibetani per generare comprensione e partecipazione in chi lo ammira.

Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder lancia un nuovo viaggio esplorativo di 15 giorni. Si tratta del Kamchakta  Adventure. Primo giorno, arrivo all’aeroporto di Petropavlovsk-Kamchatsky. Trasferimento in hotel a Paratunka; secondo giorno trasferimento al vulcano di Avachinsky ed escursione; terzo giorno ascensione del vulcano Avachinsky . Seguono poi un trekking nella valle del fiume Pravoya Sedlovinskaya, un trekking alle sorgenti termali di Nalychevskie e poi ancora il parco nazionale Nalychevo, il trekking attraverso il Pinachevsky Pass (1160 metri) verso Perevalniy Priyut fino al rafting sul fiume Bystraya e all’ascensione del vulcano Gorely, cascata Kosy Veroniki. Il quattordicesimo giorno crociera in Avacha Bay e tour della città Petropavlovsk-Kamchatsky.

Mercato in crescita per Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder. In sei anni di attività l’operatore ha decuplicato i numeri. «L’operatore ha sede anche a Kathmandu. Siamo i corrispondenti locali per Nepal e Tibet – spiega Carlo Mamberto, responsabile in Italia per il to – e molti operatori italiani si appoggiano a noi». Per quanto riguarda il to italiano la programmazione è in espansione. «Abbiamo aggiunto la Patagonia – commenta Mamberto – Kamchatka, Perù e Bolivia. Tra le destinazioni in crescita segnaliamo la Mongolia e l’East Africa». Tra gli obiettivi del to, puntare sempre su itinerari avventurosi e servizi di qualità. In Nepal, per esempio, l’operatore propone strutture 4 stelle e strutture di ottimo livello a gestione familiare. Grazie all’agenzia di Katmandu, diretta da Claudia Maistrello (socia del to), l’operatore garantisce assistenza italiana in loco. Di recente Viaggia con Carlo by Himalayan Trailfinder ha avviato una partnership con Turkish Airlines, compagnia che collega tutte le destinazioni proposte dall’operatore. «Turkish oltre ad essere un partner molto collaborativo – conclude Mamberto – garantisce ottimi servizi a bordo e a terra. Inoltre dispone di numerosi collegamenti su Istanbul da tutta Italia».

Pagina 9 di 11

PARTNER TECNICI

logo ferrino

logo sportiva

logo turkish airlines

PARTNER E COLLABORATORI

Iscrizione Newsletter

La newsletter di Viaggiaconcarlo, per non perder (proprio nulla) dei nostri viaggi!

 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Clicca Qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Chiudi