Alla scoperta del Kalahari tra la Namibia e il Sudafrica, dell’Oceano Atlantico con Luderitz e le città fantasma della corsa ai diamanti del secolo scorso e del Deserto del Namib, con Sossusvlei e le sue dune giganti. In fuoristrada 4x4 attrezzati per il campeggio per scoprire gli sconfinati spazi della Namibia del sud, attraverso le sue piste più belle, e per vivere a contatto con una natura affascinante.

Lunedì, 04 Dicembre 2017 16:57

Nepal e Tibet Explorer

Scritto da

Un viaggio tra paesaggi indimenticabili, immersi dentro una cultura profonda e antica: è l’emozionante tour attraverso l'altopiano Tibetano, l’altopiano più alto al mondo sovrastato dalle spettacolari montagne della catena himalayana. Passi in alta quota, cultura tibetana, panorami mozzafiato e vette di oltre 8.000 metri ci aspettano in questa avventura e prima di rientrare in Nepal ammireremo il sacro Sagarmatha: da questo incredibile luogo, il Campo Base Everest "North Face", avremo infatti davanti a noi l’Everest, la montagna più alta del mondo (8.848 metri).

Tanti turisti attendono con ansia che arrivino le vacanze di Natale e di fine anno per concedersi un viaggio in un luogo nuovo, lontano dagli alberi addobbati, dai babbi natale appesi ai balconi e dagli schiamazzi dei vicini.
Per questo, Viaggiaconcarlo propone un Capodanno in Nepal, sui sentieri attorno all’Annapurna, nel cuore dell’Himalaya per un trekking facile, che non richiede particolari doti alpinistiche e neppure grande allenamento, ma ricco di suggestioni e magia.
L’Annapurna, la decima montagna al mondo per altezza, è situata nel Nepal centrale ed i trekking che la circumnavigano sono spettacolari e molto panoramici perchè si cammina al cospetto di autentici giganti di pietra, coperti da nevai perenni che luccicano al sole, che sovrastano vallate verdeggianti abitate da popolazioni che praticano riti e attività arcaiche e cariche di fascino.
Tra queste, l’etnia Gurung, che costituisce circa il 2% della popolazione nepalese e ha molti punti di contatto con l’etnia Magar ma che, rispetto a quest’ultima, occupa territori situati ad altitudini più elevate.
I Gurung sono particolarmente conosciuti per la loro resistenza fisica ed in particolare, per il loro coraggio e le loro capacità militari; infatti, furono tra i primi, all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, a far parte delle truppe Gurkha dell’esercito Britannico, in cui si distinsero per abilità e tenacia.
I Gurung sono anche esperti coltivatori di prodotti agricoli di montagna, come grano, mais e miglio, oltre che abili pastori, in particolare di pecore, ma l’attività più singolare che li contraddistingue è certamente quella della caccia al miele pazzo; si tratta di una vera e propria caccia, praticata ormai da pochissimi membri di questo popolo, legata a riti antichissimi.
Infatti, il miele pazzo si trova in giganteschi alveari arroccati in posizioni impossibili a decine di metri d’altezza su pareti di roccia a strapiombo, che solo pochi coraggiosi hanno l’ardire di affrontare e vista la difficoltà dell’ascesa e della raccolta, è necessario celebrare un rito per placare gli dei della montagna affinché aiutino il cacciatore nel suo compito.
Così la cerimonia sciamanica prevede il sacrifico di una pecora e l’offerta di fiori, frutta e riso, seguiti dall’accensione di alcuni fuochi, il cui fumo è utile a cacciare le api dall’alveare; solo a questo punto l’ascesa può avere inizio con il cacciatore sale sulla parete con una semplice corda intrecciata a mano e stacca l’alveare dalla roccia con l’aiuto di pali di bambù affilati, lo mette in una cesta e lo porta finalmente a erra.
Questo miele rossastro è particolarmente prezioso e ricercato perché ha proprietà allucinogene e secondo la medicina tradizionale nepalese e cinese, anche ottime capacità curative e antisettiche.
Ma, a causa della difficoltà del procedimento di raccolta, questa attività millenaria rischia di cadere nell’oblio, considerato che già adesso sono pochissimi i coraggiosi in grado di praticarla.
L’itinerario proposto da Viaggiaconcarlo porta i partecipanti alla scoperta dell’etnia Gurung, degli straordinari panorami himalayani e della valle di Kathmandu, che custodisce un enorme patrimonio culturale fatto di antichissimi templi e villaggi inserito dall’Unesco fra i tesori dell’umanità.
Panorami Himalayani – 12 giorni – partenza 28 dicembre 2017 – Quote a partire da 1.635 €
Inclusi: voli internazionali e tasse aeroportuali, trattamento di pensione completa con menù alla carta durante il tour, sola prima colazione a Kathmandu, trasferimenti da e per l’aeroporto, voli interni, portatori, guida parlante italiano, tutte le entrate nei luoghi di maggior interesse e permessi trekking.

Lunedì, 27 Novembre 2017 18:03

Valter Perlino

Scritto da

Guida ed accompagnatore , ma sovente anche viaggiatore solitario, fuori dai sentieri battuti.

Affascinato dalle periferie del mondo e dalle sue genti,continua a mettere il naso negli angoli più appartati, difficili e fascinosi della Terra.

Predilige i viaggi “lenti”, siano essi trek, spedizioni alpinistiche o lunghi viaggi in bici, tra la gente e con la gente.

La montagna è per lui una inguaribile malattia, sedotto dall’aria sottile dell’alta quota, dalla magnificenza di questi ambienti, ma ancor più da una passione particolare per le sue genti. 

Alpinista per passione e scialpinista da sempre, ama particolarmente la montagna in veste invernale,il silenzio,la neve fresca.

Provocatoriamente si definisce un “avventuriero,sognatore e visionario”: non perché conduce una vita equivoca ma per il suo intento esplorativo non comune dettato dall’immaginare, e realizzare, ciò che nessuno si sognerebbe mai neppure di pensare e per saper vivere i viaggi ad ventura , con il fascino e l’attrazione per ciò che in essi vi è di ignoto.

Valter vanta anche un curriculum importante, con due 8000 all’attivo, l’Everest e il Cho-You senza ossigeno, oltre al Denali, Aconcagua, Elbrus e molte altre vette sopra i 6500/7000 mt

Lunedì, 20 Novembre 2017 22:31

Francesco Vaninetti

Scritto da

Fotografo di viaggio professionista e co-proprietario dell'agenzia fotografica ClickAlps Images, collaboro con agenzie internazionali come Getty Images, Robert Harding e altre.
Tra le pubblicazioni più prestigiose: Lonely Planet, National Geographic e molte riviste del settore dedicate ai viaggi.
Con il progetto ClickAlps School accompagno workshop e viaggi fotografici in Europa e nel Mondo, con particolare attenzione a Islanda, Irlanda, Belgio e Olanda, Provenza, Lapponia, Mongolia e Stati Uniti.

Lunedì, 20 Novembre 2017 22:27

Roberto Moiola

Scritto da

Roberto "Sysa" Moiola nasce a Morbegno (SO) nel 1978, dove ancora vive circondato dalle sue amate Alpi. 

Fotografo professionista freelance dal 2000, ha fondato e dirige con alcuni soci l'agenzia fotografica Clickalps per la quale è docente di fotografia e tour leader (School di Clickalps).

La passione per il bello unita al desiderio di conoscere la natura e i popoli del mondo lo portano, già dagli esordi, a viaggiare e raccontare con le sue immagini gli ambienti più diversi passando dai luoghi più remoti ed incontaminati della Terra alle città in continua evoluzione.
Nel 2013 viaggia in Norvegia per un reportage con Conde'Nast Traveler China, documentando attività invernali all'aperto nella regione di Trondelag.
Nel 2015 lavora a due nuovi articoli per Conde Nast: Milano Expo 2015 e “Una storia a Portofino” per Tom Ford e il suo profumo che prende il nome proprio dal paesino ligure.

Numerose le sue avventure passando dai Caraibi all'Africa, visitando l'India, il Sud America e le terre artiche, dalla Norvegia alla Lapponia svedese e finlandese sino alle selvagge Isole Faroe.
Negli ultimi anni viaggia in tutta Europa, passando dal Portogallo all'Olanda dove ogni anno testimonia il meraviglioso spettacolo dei tulipani; frequenti anche i viaggi nelle regioni italiane dove ha saputo cogliere il patrimonio naturale unito alle tradizioni locali. Tutti questi viaggi gli permettono di pubblicare regolarmente immagini su riviste e calendari di tutto il mondo, con più di 500 pubblicazioni l‘anno.

Con lo stesso spirito d'avventura e sempre con mezzi semplici, organizza periodicamente corsi di fotografia, giornate fotografiche, workshop e viaggi fotografici in Europa con l'intento di trasmettere le sue conoscenze a quanti vogliono avvicinarsi alla fotografia e perfezionare le proprie tecniche.
Durante queste esperienza racconta ai partecipanti le sue avventure in modo appassionato e divertente, spiega le tecniche utilizzate e mostra le immagini dei viaggi intrapresi e del paesaggio montano, da lui tanto amato e valorizzato.
Negli ultimi anni ha perfezionato alcune tecniche per la fotografia aerea e le riprese notturne in angoli lontani e incontaminati delle Alpi, sempre in cerca di nuovi orizzonti. Il suo scopo per il futuro è raccogliere il tutto in altrettanti libri. Ha comunque già pubblicato 3 libri in passato, da lui stesso ideati e messi in pratica grazie ad un lavoro di gruppo con vari fotografi amici: 100 Laghi di Valtellina e Valchiavenna, Alpi Selvagge, 100 Laghi di Engadina Valposchiavo e Valbregaglia.

La sua voglia di sperimentare e affinare le proprie tecniche fotografiche lo avvicina recentemente al mondo del food, spaziando dai piatti della tradizione valtellinese alla cucina delle remote Isole Faroe.

Arricchisce il suo portfolio con le numerose escursioni fatte con la sua famiglia, momenti di svago ma anche preziose opportunità per fotografare e raccontare le capitali europee e le tradizioni locali durante il susseguirsi delle stagioni.

Collabora con aziende quali Ferrino, Rock Experience, Manfrotto, Ray Masters, The Heat Company, Nortec.. per le quali realizza varie immagini per i cataloghi e altro ancora.
È fotografo ufficiale della rivista di montagna Meridiani Montagne del gruppo Domus e di vari uffici turistici come Valtellina, Val Bregaglia, Valposchiavo, Porte di Valtellina.

Responsabile della fotografia per la rivista Le Montagne Divertenti, rilascia diversi calendari paesaggistici ogni anno e pubblica articoli di reportage inerenti viaggi e trekking in montagna.

Nel 2013 Apple pubblica un suo scatto sul sito APPLE.COM: http://www.apple.com/macbook-pro/features-retina/.
Fornisce anche immagini per gli smartphone di Oppo China.
Durante gli anni il suo lavoro è premiato da numerose collaborazioni e importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale: le sue fotografie sono selezionate per campagne pubblicitarie, calendari e riviste da brand prestigiosi come Toyota, Condè Nast Traveller, Lonely Planet, National Geographic, Amaro Braulio, Mirto Zedda Piras, BBC Travel e molti altri.

Raggiunge risultati importanti anche in diversi concorsi: classificato terzo all'importante concorso internazionale IMS Photo Contest 2016, nella categoria Aerial Photo Award e finalista nel prestigioso Concorso internazionale di fotografia naturalistica MontPhoto 2017. Ha all’attivo diverse vittorie in concorsi nazionali.

Nel 2017 inizia l'importante collaborazione con Manfrotto School of Xcellence che lo porta a scrivere interessanti articoli e a realizzare diversi servizi fotografici per l’azienda veneta.

Le sue fotografie sono disponibili nelle migliori agenzie di fotografia internazionali come: Robert Harding, AWL, Corbis, Getty Images, Alamy, Age Fotostock e Huber.

Negli ultimi due anni si dedica anche allo studio e alle certificazioni, spinto dal desiderio di sentirsi appagato anche con l’insegnamento, mosso dalla convinzione profonda che la conoscenza non debba diventare mai motivo di abuso ma strumento di ricchezza interiore.
Organizza periodicamente corsi di post produzione livello base, intermedio ed avanzato su Adobe Photoshop Lightroom, Photoshop e maschere di luminosità.

Uno dei suoi punti di forza risiede nel suo instancabile desiderio di cercare nuove visuali, rivolgere lo sguardo a location poco conosciute per valorizzarle e dimostrare che la fotografia è un modo di sentire, di orientare la propria vita mossi dalla passione che stimola la creatività.

Il suo spirito appassionato è riassunto in una frase in un'intervista rilasciata recentemente:

“Mi piace continuare a pensare che deve essere la natura a stupirmi
ed io a farmi trovare pronto.”

Lunedì, 20 Novembre 2017 22:20

Maurizia Pescetto

Scritto da

Maurizia, conosciuta come “la Mauri”, vive a Genova, ma la sua seconda casa sono le valli del Monte Rosa che conosce e frequenta da molti anni.
Appassionata di sci, snowboard, freeride,trekking ed escursioni in alta quota.
Grande viaggiatrice sempre curiosa di conoscere luoghi e gente.
Conosce e ama il Perù e le sue Cordillere, dove da alcuni anni accompagna gruppi per Viaggiaconcarlo, cercando di scovare sempre zone remote e fantastiche, coinvolgendo i partecipanti e il team locale con la sua allegria e la sua energia.
Come buona parte del nostro team, anche la Mauri e' profondamente legata al Nepal e alla sua gente con cui ha ormai instaurato un rapporto di vera amicizia e stima reciproca, e dove anche qui accompagna gruppi molto volentieri.

Lunedì, 20 Novembre 2017 22:03

Agostino Toselli

Scritto da

Agostino, anche lui Ligure, personaggio conosciutissimo nel mondo dell' estremo, è un appassionato di qualsiasi "pazzia" che si rispetti.
Esperto in parapendio, la sua passione vera diventa l' aliante e oggi passa ogni week end tra il volo libero sulle Alpi piuttosto che sul suo Catamarano in Mar Ligure.
Viaggiatore vero e amante dell' avventura, quella vera, Agostino è il nostro esperto in Mongolia, dove accompagna gruppi da diversi anni.
Ama questo paese, e lo conosce a fondo rispettandone e condividendone gli usi, le tradizioni, i costumi.
Molta esperienza anche in Nepal, che lui ama profondamente, soprattutto per la sua gente che considera "Tra i più ospitali al mondo".

Lunedì, 20 Novembre 2017 22:00

Alessandro "Alino" Oddera

Scritto da

Il piccolo e simpatico Alessandro, conosciuto come "Alino", fa parte del nostro team da diversi anni.
Savonese DOC, Alino passa la sua giovinezza tra le cime delle Alpi marittime che percorre con le sue "pelli di foca", per poi compierne le discese più belle e selvagge in assoluto nel nostro paese.
Espertissimo sciatore fuoripista e, in generale, un vero uomo "outdoor", Alino accompagna gruppi per lo più in Nepal e America Latina, dove ha esperienza in Patagonia, Perù e Bolivia e, appunto, in Nepal.
Il suo carattere molto allegro e positivo è un' ottima formula per la gestione di gruppi anche grandi e complessi.

Giovedì, 16 Novembre 2017 18:00

Profondo Nepal

Scritto da

Profondo Nepal, un tour davvero completo che tocca tutti i luoghi di maggior interesse storico e culturale del paese. Il confronto tra le culture Hindu e Buddhista, la vita in Monastero per toccare i principi della meditazione insieme agli espertissimi Lama locali nella regione spirituale del Namobuddha e Lumbini, luogo natale di Siddartha Goutama

Pagina 5 di 21

PARTNER TECNICI

logo ferrino

logo sportiva

logo turkish airlines

PARTNER E COLLABORATORI

Iscrizione Newsletter

La newsletter di Viaggiaconcarlo, per non perder (proprio nulla) dei nostri viaggi!

 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Clicca Qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Chiudi