Etiopia, le solitudini della Dancalia

Paesaggi al confine con la realtà in una terra selvaggia, tra i silenzi assordanti del Dancalia

Foto Archivio Viaggia Con Carlo

DATA PARTENZA

29/12/2024 - 11/01/2025 (14 giorni)

Prezzo: 4217€*

Fino al 29/08/2024: 3984€*

Tasse aeroportuali del Tour
Tasse aeroportuali escluse. Consultare la sezione "Cosa comprende e non la quota".
13

POSTI DISPONIBILI

Partecipanti: min 9 - max 13

Etiopia, le solitudini della Dancalia

Vulcani borbottanti illuminano il cielo notturno, tumuli sulfurei di giallo assumono forme ultraterrene e visioni di cammelli attraversano laghi di sale. Situata a 100 metri e più sotto il livello del mare, la Depressione della Dancalia è il luogo più inospitale e mozzafiato della terra.

In questo viaggio in Etiopia fuori dall’ordinario, l’antico cratere di Dallol, con le sue concrezioni velenose e psichedeliche, ti offrirà visioni surreali. La Piana del Sale, lungo il Canyon Saba, dove si trova il mitico villaggio di Asso Bole, ti farà fare un salto in un’epoca passata. Gli incredibili riflessi del Lago Assale, al tramonto, svuoteranno la tua mente. Spostandoti verso sud, incontrerai Harar, la città proibita che stregò il poeta Rimbaud con le sue affascinanti tradizioni, le eleganti moschee e la sua frenetica vita.

Ci sono pochi luoghi così sbalorditivi e magici e al tempo stesso così inospitali e inaccessibili come il Dancalia. Un luogo unico, che ti cambierà per sempre.

3 Momenti memorabili in questo viaggio in Dancalia

1. Perdersi tra i silenzi e i paesaggi lunari della Dancalia, terra ostile e meravigliosa

2. Ammirare lo spettacolo del mare di lava al vulcano Erta Ale

3. Girovagare tra i colorati vicoli di Harar

Giorno 1: Italia / Addis Abeba
Ci troviamo in aeroporto insieme all’assistente Viaggia con Carlo e voliamo per Addis Abeba con scalo.
Pernottamento: a bordo del volo

Giorno 2: Addis Abeba
Addis Abeba è una capitale che vive di un’energia positiva, proiettata verso la modernità economica, ma legata profondamente alle proprie tradizioni culturali, che abbiamo modo di scoprire all’Addis Abeba National Museum, nel quartiere di Arat Kilo. Il museo è uno dei posti più vivi e gradevoli della città, noto soprattutto per Lucy, l’ominide antenato dell’uomo scoperto nell’alta Rift Valley nel 1974. I suoi scopritori scelsero il nome ispirati da un brano dei Beatles, ma gli etiopi preferiscono essere più affettuosi: Lucy per loro è “Dinqnesh”, ovvero “sei meravigliosa”. Poco distante dal museo, si trova la splendida Chiesa di San Giorgio, che non ci facciamo sfuggire. L’esterno in pietra grigia non rende giustizia agli spettacoli di colore e arte al suo interno.
Pasti inclusi: cena
Pernottamento: Jupiter Hotel (o similare)

Giorno 3: Addis Abeba / Dire Dawa – Harar (2 h – soste escluse)
Un volo interno e siamo subito a Dire Dawa, sorta agli inizio del 1900 intorno alla stazione ferroviaria che collega Addis Abeba e Gibuti. Il viaggio prosegue verso Harar, ma con una sosta anche al grande mercato del chat, una pianta simile alla pianta del tè di cui si masticano le foglie. La scena è un susseguirsi di abiti colorati e piramidi di steli verdi sovrapposte, accompagnate da un coro di offerte e baratti.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Harari Guesthouse (o similare)

Giorno 4: Harar
La nostra giornata è dedicata alla scoperta di Harar, incantevole cittadella fortificata. Con le sue strade strette e quasi claustrofobiche, le case tradizionali color pastello, le moschee e i numerosi santuari, le cinque porte di accesso che fungono anche da mercati popolari, Harar non può che sorprendere. Patrimonio dell’Unesco, Harar ha musei che ne testimoniano le radici, ma questa splendida città non ha nulla di immobile: è energia viva, un inebriante miscuglio di mercati, artigiani, commercio e preghiera.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Harari Guesthouse (o similare)

Giorno 5: Harar – Awash (7 h – soste escluse)
Lasciamo Harar per raggiungere il parco di Awash, parte del grande triangolo di Afar. In una zona di savana secca tipica della Rift Valley, il perimetro del parco è contraddistinto dal vulcano del Fantale, che domina la zona centrale. Il parco ospita una ricca fauna, come facoceri, dik dik e kudo, ma anche leoni, leopardi e iene. Nel canyon sull’Awash, dove il fiume ha scavato una gola profonda di 250 metri, vivono anche coccodrilli e ippopotami.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Doho Lodge (o similare)

Giorno 6: Awash
Poco distante da Awash, Aledeghi è una riserva faunistica poco visitata casa di una discreta varietà di animali selvatici, come le zebre di grevy e varie gazzelle, e offre interazioni con le tribù Afar locali. Non è un luogo convenzionale per i safari, ma non è da meno. Nel pomeriggio visitiamo un villaggio Afar nella zona, Bilen, fino ad arrivare alle sponde del fiume Awash.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Doho Lodge (o similare)

Giorno 7: Awash – Alalo Bed (6 h – soste escluse)
La Dancalia è sempre più vicina. Direzione: le sorgenti calde di Alalo Bed. Una savana selvaggia la cui acqua caldissima affiora formando delle pozze di un blu intenso, ecco cosa ci aspetta.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 8: Alalo Bed – Asayta – Galyloma (3 h – soste escluse)
In mattinata raggiungiamo Asayta per una breve passeggiata per il paese e nella valle sottostante piena di orti e di palmeti. Raggiungiamo, poi, la zona di Manda Hararo, dove, lungo i bordi del laghetto Galyloma, passiamo la notte.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 9: Galyloma – Erta Ale (6 h – soste escluse)
Un lungo tragitto ci aspetta oggi. Un lungo tragitto fatto di laghi salati, come quello di Afdera, catene di vulcani e piane, che ci porta fino alla base del vulcano Erta Ale. Durante la notte, il suo borbottio e la sua bocca rossa ci regala uno degli spettacoli più belli della natura.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 10: Erta Ale – Hamed Ela – Assabole (4 h – soste escluse)
Dopo un’escursione tra i colori dell’alba a Erta Ale, partiamo per Ahmed Ela, situata quasi all’estremità nord della depressione Dancalia, ai bordi della Piana del Sale, per poi raggiungere il villaggio di Assobole, all’uscita dello spettacolare canyon del fiume Saba.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 11: Piana del Sale e Dallol
La grande Salt Plain della Dancalia, delimitata a ovest dai maestosi rilievi dell’altopiano e a est da quelli delle Alpi Dancale, arriva a dislivelli fino a oltre 100 m.s.l.m.. La zona è un “hot spot” dove tre placche tettoniche si incontrano e i vulcani Gada Ale, Caterina, Erta Ale, Cook Maara e Afdera percorrono una dorsale da nord a sud, creando un’area incredibilmente unica.
Seguendo il classico circuito escursionistico della Piana del Sale, partiamo dal villaggio di Ahmed Ela attraversando la zona di Assale verso nord fino, a incontrare la piccola collina di Dallol, dove l’incontro chimico tra l’acqua piovana e il vulcano crea un panorama irreale e suggestivo, fatto di stalattiti e stalagmiti, geyser, pozze e magici laghetti sulfurei.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 12: Assobole – Melabiday (12 km | 5 h)
La giornata è dedicata a un trekking lungo il canyon del fiume Saba: 5 ore di camminata lungo le alte pareti del canyon, le stesse pareti che accompagnano i carovanieri lungo il loro viaggio, che ci portano fino al villaggio di Melabiday.
Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena
Pernottamento: Campo mobile

Giorno 13: Melabiday – Makalle (4 h – soste escluse) / Addis Abeba
Oggi sveglia presto per raggiungere l’aeroporto di Makalle e prendere il volo per Addis Abeba. All’arrivo, abbiamo del tempo a disposizione in hotel in day use per sistemarci e cenare prima di raggiungere l’aeroporto.
Pasti inclusi: colazione e cena
Pernottamento: A bordo del volo

Giorno 14: Addis Abeba / Italia
Arriviamo in Italia trasformati, arricchiti e diversi da come siamo partiti.

LA QUOTA COMPRENDE

  • Volo intercontinentale: da/per Milano Malpensa con Ethiopian Airlines con scalo
  • Pernottamenti: 1 in hotel, 4 in guest house/lodge, 6 in campo mobile
  • Pasti: 11 colazioni, 10 pranzi, 12 cene
  • Trasporti (carburante compreso): Jeep 4×4 
  • Guida locale: parlante italiano
  • Assistenza: assistente Viaggia con Carlo dall’Italia
  • Attività: escursioni, permessi ed entrate come da programma
  • Assicurazione 360°: annullamento, copertura pandemie, malattia, spese mediche (massimale 50.000 €), bagaglio e polizza Globy Rosso
  • Documentazione di viaggio elettronica
  • Assistenza 24/7 per qualsiasi emergenza


LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Tasse aeroportuali (ca 327 €)
  • Visto d’ingresso (82 $)
  • Pasti non menzionati e tutte le bevande
  • Entrate ed attività non menzionate nel programma
  • Mance (almeno 70 € a persona per tutta la durata del tour)
  • Trasferimento dalla propria abitazione all’aeroporto di partenza
  • Gli extra in genere e tutto quanto non descritto in “la quota comprende”

Gli operativi voli espressi sono da ritenersi indicativi e potranno variare sino alla conferma del viaggio, circa 7 giorni dalla partenza; sarà nostra premura riportare sostanziali modifiche e comunicarle agli iscritti. Per ulteriori richieste dovremo valutare disponibilità ed eventuale supplemento comunicatoci dalla compagnia aerea. 
Questo viaggio prevede anche voli interni. Compagnia aerea, operativo e franchigia verranno comunicati in fase di convocazione viaggio.

Per la partenza del 29 dicembre:

  • ET 737 | 29DEC | MILANO MALPENSA ADDIS ABEBA | 22.55 07.20 (3ODEC)
  • ET 214 | 31DEC | ADDIS ABEBA DIRE DAWA | 08.05 09.15
  • ET 107 | 10JAN | MAKALE ADDIS ABEBA | 14.00 15.30
  • ET 738 | 11JAN | ADDIS ABEBA MILANO MALPENSA | 00.15 04.50
PRENOTA ORA

CARATTERISTICHE

Tipologia di viaggio:
NATURALISMO

Paesaggi e panorami
Cultura e tradizioni
Spirito d'avventura
Impegno fisico
Accompagnatore
Da Definire

Disponibile anche su misura

Questo viaggio è disponibile anche in formula personalizzata per almeno due partecipanti.

Viaggia con Carlo per il sociale

Partecipando ai nostri viaggi devolviamo 20 da parte tua all’associazione di volontariato Finale for Nepal.

Perché hai letto del viaggio in Dancalia, potrebbe interessarti anche

I Nostri Partner